L'ATTACCO DI NELSON A TENERIFE - Avvenimenti - Tenerife

L'attacco di Nelson a Tenerife

L'attacco di Nelson a Tenerife
cerrar
Inviare pagina via mail

Il 25 luglio 1797 il contrammiraglio inglese Orazio Nelson cercò di sbarcare a Santa Cruz de Tenerife con una truppa di 900 uomini e l'intenzione di impadronirsi dell'isola, dopo i due tentativi falliti dei giorni precedenti. In quel momento la Spagna era alleata con la Francia contro l'Inghilterra, quindi le truppe insediate a Tenerife erano state potenziate da un distaccamento dell'esercito francese sotto il comando del tenente generale Antonio Gutiérrez. Sebbene alcuni inglesi fossero riusciti a sbarcare, furono sconfitti lungo le strade della città mentre i cannoni sparavano alle navi da terra. Finalmente le truppe inglesi furono sconfitte e Orazio Nelson fu ferito al braccio cercando di raggiungere terra. L'attacco si concluse con un accordo che consentì agli inglesi di fare ritorno sulle loro navi con le armi, con la promessa di non attaccare nessuna isola dell'arcipelago.

Gli attacchi dei pirati subiti dalle isole obbligarono l'arcipelago ad armarsi e città e paesi si insediarono in luoghi nascosti alla vista dalla costa. Molti di questi attacchi dipendevano dalle attività clandestine tra gli abitanti e i pirati, come accadde con il commercio clandestino tra il corsaro inglese Hawkin e la famiglia Ponte.