FASNIA 1 - PERCORSO CIRCOLARE DI LA ZARZA - Sentieri - Tenerife

Fasnia 1 - Percorso circolare di La Zarza

cerrar
Inviare pagina via mail
Completa el captcha

Dati tecnici

  • Inizio: Plaza de La Zarza (Fasnia)
  • Fine: Plaza de La Zarza (Fasnia)
  • Omologazione:
  • Grado di difficoltà: scarsa
  • Tipo di percorso: Circolare
  • Distanza: 3,9 km
  • Durata: 2 h
  • Altitudine massima: 720 m
  • Altitudine minima: 553 m
  • Dislivello totale in salita: 274 m
  • Dislivello totale in discesa: 274 m
  • Autorizzazione necessaria: No

Descrizione del percorso

Questo itinerario unisce diverse cascine, la cui origine è collegata all’esistenza di sorgenti o fonti di acqua. Uscendo dalla piazza di La Zarza, in direzione ovest, lungo il Camino de La Fuente, si arriva alla sorgente che riforniva la località e che oggi ancora conserva il vascone in legno da cui si abbeveravano gli animali. Un poco più avanti si trova El Calvario e l’antico eremo. Tra case e appezzamenti coltivati si attraversa il Lomo Grande e la parte superiore di Hoya Mena, si attraversa la gola di Escobón e si prosegue lungo il Camino Lomo de Pérez. Da qui è possibile contemplare la coltivazione su jable o in sabbia, uno dei segni di identità del municipio di Fasnia. Lo strato protettore di jable, tipico di Bandas del Sur de Tenerife, ha consentito lo sviluppo di un’agricoltura senza irrigazione in cui predominavano il grano, l’orzo e la patata. A partire dagli anni 30 del secolo XX, la coltivazione di terreni irrigui si amplia grazie all’apertura di gallerie e al miglioramento delle reti di distribuzione dell’acqua. Poco più avanti si passa vicino a Fuente Los Castaños, che si trova a pochi metri, vicino alla parte superiore della gola. Il cammino si biforca e si prende la deviazione a sudest, per scendere lungo la Morra Cha Luz, fino a raggiungere di nuovo la vetta della gola di Escobón, dove si trova la Fuente Uzapa. In questo punto, il cammino incrocia la strada TF-532, dove si deve prestare massima attenzione. Prosegue quindi sempre lungo Morra Cha Luz e ci porta fino alla chiesa di San Isidro, dove è stato sistemato un belvedere. Si prende il Camino Viejo da Sabina Alta a La Zarza, che porta verso nord, passando lungo la Fuente Salvadora, e lungo via Domingo Guillermo e via Unión, fino ad arrivare al punto di partenza.

Altimetria

Altimetría Fasnia 1 - Ruta Circular de La Zarza 

Per la sua incolumità, non dimentichi di verificare lo stato del sentiero.

L’ente gestore ha il compito di informare se, a seguito di condizioni meteorologiche sfavorevoli, si consiglia o meno il passaggio, se i sentieri sono chiusi o se ci sono tratti chiusi, ecc....

  • Ente gestore: Chasna - Isora
  • Informazioni sull’ente gestore: Fasnia 1 - Percorso circolare di La Zarza

logo-fress.pngIn caso di emergenza chiamare il 112.
Scarica FRESS 112 disponibile per iOS e Android

cerrar
Come arrivare a:

Fasnia 1 - Percorso circolare di La Zarza

Apri su Google Maps
Lluvia
Oggi > Máx: 21° Min: 18°
Fasnia. Pioverà nella giornata di venerdì. Dalla sera, acquazzoni. Temperatura senza notevoli variazioni.
Prossimi giorni
Si ricorda che: Prevenzione, Informazioni e Conoscenza sono il fattore chiave per evitare problemi maggiori.
Muoviti sempre in compagnia lungo i sentieri segnalati, rispetta lo stile di vit...
Pianifica il tuo percorso
cerrar
Si ricorda che: Prevenzione, Informazioni e Conoscenza sono il fattore chiave per evitare problemi maggiori.
  1. Muoviti sempre in compagnia lungo i sentieri segnalati, rispetta lo stile di vita, l’intimità e le proprietà degli abitanti del luogo.
  2. Evita di fare rumore, per scoprire al meglio la vita che ti circonda.
  3. Non lasciare rifiuti, nemmeno quelli organici. Solo in questo modo contribuirai a preservare la bellezza del paesaggio evitando il proliferare dei roditori. Attenzione a non gettare mozziconi di sigaretta.
  4. La raccolta di piante, animali o altri oggetti facenti parte dell’ambiente può comportare la perdita di risorse insostituibili.
  5. Avvisa i responsabili di queste aree naturali protette di eventuali anomalie, te ne saranno grati. Per farlo puoi contattare:

    L’Area ambientale del Cabildo Insular di Tenerife

  6. Ti ricordiamo che la natura dell’isola è tanto peculiare quanto imprevedibile. Goditela in modo responsabile e prudente; presta attenzione in qualsiasi zona naturale tu ti trovi e non dimenticare che esiste sempre il rischio di incidenti.
  7. Rispetta la segnaletica.
  8. Verifica sempre il bollettino meteo per assicurarti che le previsioni siano giuste.
  9. Indossa indumenti e calzature idonei per il trekking e non dimenticare di mettere nello zaino il cellulare, la protezione solare, un berretto, indumenti pesanti, impermeabile, cibo e acqua sufficienti.
  10. Avvisa familiari o amici informandoli sull'itinerario che intendi affrontare. Calcola le ore di luce che ti servono per completare il percorso.