Granadilla de Abona - Tenerife
  • Granadilla

Granadilla de Abona

​​

Granadilla combina sapientemente il nuovo e l'antico. La Chiesa di Sant'Antonio da Padova è uno dei suoi tesori, circondata da altre costruzioni storiche che rendono il cuore del paese un luogo meraviglioso. Sulla costa, luoghi come El Médano attraggono chi è alla ricerca del divertimento praticando gli sport acquatici, tra questi windsurf e kitesurf, in un'atmosfera bohémienne e tranquilla nella quale convivono pacificamente gli abitanti del posto e gli stranieri che si sono innamorati di questo posto.

Granadilla de Abona occupa una superficie di 155 km² e si trova nella parte meridionale di Tenerife. È il terzo comune più grande dell'isola e arriva fino alla montagna Guajara, con i suoi 2.718 metri di altitudine. Costituisce la regione di Chasna insieme a Fasnia, Arico, Vilaflor de Chasna, San Miguel de Abona e Arona. Tra tutti questi comuni, Granadilla de Abona è quello in cui si trova il maggior numero di Beni di Interesse Culturale. Ricordiamo che a Granadilla de Abona si trovava l'ultimo baluardo della resistenza alla conquista delle Canarie, e che nel 1519 ospitò la visita della flotta di Ferdinando Magellano nel suo primo viaggio di circumnavigazione del mondo.

Nel territorio comunale di Granadilla de Abona si trova l'aeroporto Reina Sofía, noto anche come Tenerife Sud. Inaugurato nel 1978, collega l'isola a centinaia di destinazioni, sia nazionali che internazionali. Essendo situato a soli 20 minuti di distanza dalle località turistiche di Los Cristianos e Playa de las Américas, la maggior parte dei passeggeri che riceve sono turisti. Funziona 24 ore su 24 e conta oltre 150 compagnie che operano nei suoi impianti. Le spiagge più vicine all'aeroporto sono quelle di La Tejita e di El Médano, molto popolari tra gli abitanti di Tenerife per la loro atmosfera tranquilla e "surfista".

Gli amanti della natura troveranno un'ampia varietà di attività in cui cimentarsi e luoghi dove rilassarsi. Granadilla de Abona è il primo comune al mondo a essere stato riconosciuto come Meta Turistica Starlight. I Monumenti Naturali di Montaña Pelada, Los Derriscaderos e Montaña Colorada offrono diversi paesaggi di grande interesse geologico e naturale. Nel comune di Granadilla de Abona si trova anche la Grotta del Santo Frate Pedro, consacrata al santo di Tenerife Pietro di San Giuseppe de Betancur. Nato nel 1626, Pietro di San Giuseppe de Betancur si prendeva cura sin da bambino delle pecore della sua famiglia ed era in questa grotta che si tratteneva per rilassarsi col suo bestiame. All'interno della grotta c'è un'immagine del santo intagliata nel legno, mentre all'esterno si trova l'altare dove avveniva l'eucaristia.

La parrocchia del comune, la Chiesa di Sant'Antonio da Padova, è considerata Bene di Interesse Culturale. Costruita a varie riprese nel corso del XVIII e XIX secolo, vanta numerose immagini e pale religiose di importante valore storico e culturale, custodite al suo interno.

Un itinerario urbano che percorre il centro storico di Granadilla de Abona è il modo migliore per conoscerne il patrimonio storico e culturale. Una buona idea è iniziare la visita dall'Eremo del Calvario, costruito nel 1882 per benedire tutti coloro che entravano e uscivano dalla città. La seconda tappa sarebbe il convento di San Luis, realizzato nel XVII secolo e che funse da casa per i religiosi francescani. Nel corso della sua storia, fu distrutto accidentalmente in tre occasioni (nel 1745, 1963 e nel decennio dei novanta del XX secolo) per essere poi ricostruito e adibito a ospitare la biblioteca comunale, la sala conferenze e una sala mostra. Prima di dirigersi al Museo de Historia, nella via Arquitecto Marrero, il visitatore potrà avvicinarsi all'essiccatoio del tabacco, costruito nel 1878.

Il successivo punto di interesse della visita al centro storico di Granadilla de Abona è costituito dalla chiesa di Sant'Antonio da Padova, dove vale la pena trattenersi per ammirare le opere d'arte religiosa ospitate al suo interno. Nelle sue vicinanze si trova la Fuente del Lugar, in prossimità della quale si crearono le prime cascine comunali e dove si crede abitarono i guanches che approfittavano della vicinanza dell'acqua. L'itinerario termina con la visita del mulino ad acqua, dove la forza dell'acqua permetteva di macinare il grano. Oggi si conserva soltanto l'acquedotto, di circa sette metri, e la casa del mugnaio.

Sentieri certificati del territorio comunale

Per Granadilla de Abona si snoda il sentiero PR –TF 72 Vilaflor – Paisaje Lunar – Vilaflor, di livello medio-alto. I primi sette chilometri di questo itinerario si snodano lungo un sentiero ascendente, fino ad arrivare al Paesaggio Lunare,noto anche con il nome di Los Escurriales. Coincide con l'ultimo tratto dell'itinerario PR –TF 83 Altos de Granadilla, consigliato soltanto agli escursionisti con una certa esperienza. Questo itinerario parte dalla frazione di Cruz de Tea e risale lungo alcuni dei paesaggi e angoli naturali più noti del territorio comunale.

La rete dei sentieri, nota come Los Altos de Granadilla, è costituita da tre sentieri che terminano a Las Vegas. Si tratta del PR TF 83.3, che parte dal Risco El Muerto passando per Pino del Guirre prevedendo una lunghezza di 6,4 chilometri; PR TF 83.4, da El Seco attraversando il Camino del Molino per una passeggiata di 2,4 chilometri e, infine, PR TF 83.5 che parte da Los Hibrones passando per La Higuera per una lunghezza totale di 8,4 chilometri.

Forse ti potrebbe interessare

Galleria multimediale