Tacoronte - Tenerife
  • Tacoronte

Tacoronte

​​​​

C'è chi ama perdersi nelle rigogliose aree verdi, come quella della foresta di Agua García. O chi preferisce addentrarsi nei magnifici Giardini di Hamilton. Ci sono naturalmente altre opzioni che prevedono itinerari lungo le vie del centro storico, che racchiudono svariate bellezze, dalla parrocchia di Santa Caterina a La Alhóndiga ed El Calvario. E ad attendere gli amanti delle lunghe giornate godendosi l'oceano ci sono due stupende zone di balneazione: Mesa del Mar ed El Pris. ​

Tacoronte si trova nella zona nord dell'isola di Tenerife, vicino ai comuni di El Sauzal, El Rosario e La Laguna. Il punto più alto si trova a 1200 metri sul livello del mare, mentre sulla costa spiccano le impressionanti scogliere. Occupa una superficie di 30,09 km² naturalmente suddivisi da varie gole. Due delle zone di balneazione più famose a Tacoronte sono Mesa del Mar, con un'ampia spiaggia di sabbia nera, e il quartiere di pescatori di El Pris, dove esiste anche un'importante tradizione di sport acquatici quali l'immersione o lo sci nautico. Alle medie altitudini è molto favorita l'agricoltura, in particolare la coltivazione della vite, che dà vita a vini di fama internazionale.

I guanches che abitavano l'attuale territorio comunale di Tacoronte si raggruppavano nei terreni attualmente occupati dai quartieri di Juan Fernández, Guayonje, El Pris e Mesa del Mar. Qui sfruttavano il clima favorevole e la protezione offerta dalla costa impervia, portando al riconoscimento di queste scogliere come Bene di Interesse Culturale in qualità di zona archeologica. Dopo la conquista, Sebastián Machado occupò il territorio di Tacoronte e fondò, assieme ai residenti, l'eremo di Santa Caterina.

Itinerari all’interno del comune

Uno degli itinerari più popolari per scoprire il centro antico di Tacoronte parte dal Santuario del Cristo e dall'ex convento di Sant'Agostino. Da qui prosegue lungo la C/ José Izquierdo, dove si trova il Parco Giardini di Hamilton, con una meravigliosa rappresentanza di flora canaria. Questo parco si conclude in Calle Calvario, dove il turista può avvicinarsi all'antico Calvario e all'Alhóndiga, un tempo usata come granaio comunale. Da questo punto di vista esistono due opzioni: la prima consiste nel tornare al Santuario di El Cristo, mentre l'altra prevede di completare il percorso da Calle El Calvario in direzione El Sauzal, fino ad arrivare alla Parrocchia di Santa Caterina, considerata una delle chiese più importanti delle Canarie.

Un'altra opzione prevede un interessante itinerario della durata di circa sei ore, sul percorso pedonale, che parte dall'Ufficio di Informazione Turistica di Tacoronte, situato il Plaza de la Estación. Ideato per scoprire i punti più importanti del centro storico del territorio comunale, questo itinerario conduce attraverso calle Ismael Domínguez alla Casona e alla Chiesa di Santa Caterina. Da qui prosegue verso El Calvario, dove si può ammirare il gruppo scultoreo religioso che ospita e riposare all'ombra dei suoi alberi. Dopo aver percorso calle de La Herrería e Los Perales ci si può fermare davanti alla cappella di San Geronimo e, poco più avanti, a quella di San Giovanni. Il resto del percorso va verso il Mercatino dell'Agricoltore e la cappella della Carità.

Sentieri certificati del territorio comunale

Tacoronte ospita vari tratti di sentieri certificati, come il GR 131 Anaga-Chasna, PR-TF 25 tra Las Raíces e Acentejo e il PR-TF 25.6, un itinerario circolare noto come Lomo La Jara.

Forse ti potrebbe interessare

Galleria multimediale