Las Calderetas - Lagunetas - Gaitero

Informazioni generali

  • Chilometri : 22,00 Km 
  • Dislivello totale: 2.200 metri accumulati 
  • Dislivello positivo: 1.100 m 
  • Dislivello negativo: 1.100 m
  • Altitudine massima: 980 m
  • Altitudine minima: 1740 m 
  • Tipo: percorso circolare 
  • Livello di difficoltà: medio (per corridori di montagna) 
  • Punto di partenza: Zona ricreativa di Las Calderetas 
  • Coordinate: 28.446973, -16.411849 
  • Posti attraversati: Las Calderetas, Monte de La Esperanza, Las Lagunetas, Boca del Valle, Lomo Custodio, Mirador de Lomo Custodio, Gaitero, GR, La Vica 
  • Temperature: in inverno possono scendere sotto i 5º (specialmente sul Lomo Custodio), temperatura media in estate.
  • Punti d'acqua: al km 16,6 

Attrezzatura

  • Calzature e abbigliamento adatti alla corsa in montagna.
  • Giacca e guanti se fa freddo.
  • 1,5 litri di acqua
  • Del cibo
  • Telefono cellulare


Descrizione del percorso

Percorso che attraversa la zona centrale dell'isola di Tenerife, all'interno del Paesaggio Protetto di Las Lagunetas. Un paesaggio prevalentemente boscoso, dominato da dolci pendii e profondi burroni. La vegetazione è costituita in gran parte da una pineta canaria, mista a boschi verdi (alloro e fayal-brezal) e alcuni fiori endemici, come il geranio.

L'itinerario inizia nella parte bassa, nella zona ricreativa di Las Calderetas, e i primi chilometri si snodano attraverso una macchia verde combinata con una pineta, per poi entrare gradualmente in zone di soli pini.

Nella parte più alta percorreremo il versante sud dell'isola e godremo della panoramica sulla valle di Güimar (percorso lungo la pista Boca del Valle). La ricompensa di questo itinerario si trova sulla cima, quando arriviamo al belvedere naturale di Lomo Custodio (a circa 1680 m di altitudine), giacché, se il cielo è limpido, da qui potremo contemplare una gran parte dell’isola. Sulla sinistra vedremo la cresta di Anaga e l'area metropolitana, sulla destra la valle di Güimar e nel punto più alto la cima del Teide.

Il percorso di ritorno è per lo più lungo il sentiero GR-131, in direzione di La Esperanza.

Descrizione del percorso

Allenamento altamente raccomandabile, giacché presenta molti tratti di corsa in salita, con pendenze non molto ripide che ci permetteranno di correre, ma allo stesso tempo ci faranno sudare per mantenere il trotto.

  • Km 0 Iniziamo nella zona ricreativa di Las Calderetas, per poi seguire il PR TF 25 verso Las Lagunetas (si snoda lungo il lato destro della zona ricreativa). Durante i primi 2,5 chilometri seguiremo le indicazioni del PR e attraverseremo diverse piste forestali. Andremo sempre in salita, con pendenze moderate combinate con altre parti, quindi fate attenzione perché potrete sicuramente correre piano in gran parte di questa zona.
  • Km 2,8 Dopo aver attraversato la pista di Pino Carretón vedremo che la PR si divide in due rami e dobbiamo continuare su quello di destra (verso Las Lagunetas). Da qui ci saranno alcune ripide pendenze che, a seconda della nostra condizione, dovremo percorrere camminando, ma possiamo approfittarne per alternare la corsa alla camminata, un altro aspetto da allenare.
  • Km 3 Altra ramificazione del sentiero e prendiamo quella di destra (indicazioni per AR Hoya Abade e Los Nateros).
  • Km 4,1 Raggiungiamo un incrocio di piste e sentieri, dove dobbiamo seguire il sentiero sulla sinistra (indicazioni per Las Lagunetas e AR Las Raíces).
  • Km 4,8 Attraversamento di sentieri, continuiamo dritto (cartelli Las Lagunetas e AR Las Raíces)
  • Km 5,8 Dobbiamo stare attenti perché, quando il sentiero attraversa una larga pista forestale (pista Boca del Valle), lasciamo il sentiero e continuiamo a destra lungo la pista.
  • Km 6,1 Incrocio di piste, continuiamo lungo la pista sulla destra, quella che stiamo percorrendo (Boca del Valle). Ora il terreno è più semplice e possiamo correre comodamente.
  • Km 9,5 Dobbiamo stare attenti perché, dopo aver percorso un tratto in discesa sulla pista, sulla destra troviamo una curva e, poco prima, sempre sulla destra vedremo un piccolo muro di pietra e un sentiero che sale. Dobbiamo seguire il sentiero per salire alla zona di Lomo Custodio. Prima di iniziare il sentiero in salita, sulla sinistra c'è un piccolo sentiero (non molto chiaro) lungo il quale, dopo 30 m, troviamo una grande formazione di pietre.
  • Km 10,4 Il sentiero finisce e sbuchiamo in un largo sentiero, che dobbiamo seguire sulla sinistra: non ha uscita, ma serve per avvicinarsi al punto panoramico naturale. Ora non abbiate fretta, prendetevi una buona pausa e godetevi il meglio di questo sport.
  • Km 10,5 Punto panoramico naturale di Lomo Custodio. Possiamo riposare, fare foto e goderci il panorama. Dobbiamo poi tornare da dove siamo venuti e seguire l'ampio sentiero.
  • Km 12,2 Arriviamo al Gaitero, davanti al quale vediamo la torre di guardia e continuiamo a sinistra (sull'asfalto).
  • Km 12,5 Attraversiamo la strada principale e continuare lungo l'ampio sentiero sulla destra, un po' più avanti scendiamo lungo il pendio del tagliafuoco.
  • Km 12,8 Continuiamo a destra sul sentiero GR-131 (verso La Esperanza) Dobbiamo seguire il GR fino al chilometro 21,5. Prestare attenzione perché una parte del GR corre lungo sentieri forestali ed è anche combinato con un PR in altri tratti. Per un bel po' di chilometri avremo un sentiero pulito in discesa per goderci la corsa veloce sotto i pini.
  • Km 16,5 Il GR sbuca da un sentiero su una pista larga, e proseguiamo su un tratto di pista forestale seguendo i segni del GR (sentiero Punta la Pista).
  • Km 16,6 Vedremo una piccola capanna di riposo e, sulla destra, un punto d'acqua. Potete lasciarvi andare e correre a buon ritmo lungo i sentieri della foresta.
  • Km 18,9 Dobbiamo stare attenti, perché lasciamo la pista per prendere il sentiero sulla sinistra (il GR è ora abbinato a un PR, bianco-rosso-giallo).
  • Km 19,5 Sbocchiamo su una pista forestale (Pista Las Aguilillas) dobbiamo seguire le indicazioni del GR per continuare lungo la pista sulla destra.
  • Km 21,5 Attraversiamo un PR, lasciamo la pista e seguiamo il PR a sinistra, in discesa (questo è il sentiero che abbiamo preso all'inizio).
  • Km 22,0 FINE. Abbiamo raggiunto il punto di partenza

Dintorni

Paesaggio Protetto di Las Lagunetas. Una zona montuosa e boscosa di grande valore, con una grande estensione (3.800 ettari) condivide lo spazio con diversi comuni: Candelaria, El Rosario, Tacoronte, El Sauzal, La Matanza, Santa Úrsula e La Victoria. Si trova tra i 790 e i 1890 metri sul livello del mare.

Area ricreativa di Las Calderetas. Un'area ricreativa di quattromila metri di superficie situata a 1.000 metri di altitudine, ideale per gli amanti della natura. L'area dispone di barbecue, tavoli e un parco giochi per bambini.

Punto panoramico Lomo Custodio.  Belvedere naturale situato ad un'altitudine di 1680 m.
 

Raccomandazioni

  • La zona è piuttosto fredda in inverno, soprattutto sopra i 1400 metri di altitudine. Si consiglia di portare guanti e una giacca se la giornata è nuvolosa e fa freddo.
  • Si può parcheggiare nell'are a di partenza.

Come arrivarci?

  • Veicolo privato
    • Prendere l'uscita dell'autostrada El Sauzal, poi la strada di servizio in direzione di "Bodegas Monje". Una volta iniziata la strada ripida, non deviare e si arriva a El Ravelo. Da qui c'è una strada asfaltata, Calle Lomo Piedras, che sale in montagna e porta a Las Calderetas.
  • Trasporto pubblico.
    • Linea di autobus 054. Dalla stazione degli autobus di La Laguna (Intercambiador de La Laguna).
    • Linea 054
    • Ci fermiamo alla fermata nella zona "Lomo Las Piedras", poi dobbiamo risalire la strada Lomo Piedras (1,5 chilometri).
  • NOTA: è possibile prendere l'autobus numero 54 dalla stazione degli autobus di Tacoronte.
Il tempo oggi
Massima: 25º
Minima: 17º
El Sauzal. Venerdì bel tempo in mattinata. Nel pomeriggio cielo totalmente sereno e, dalla sera, bel tempo. Temperatura senza notevoli variazioni.