Las Cañadas - Alto Guajara - Parador

Informazioni generali

  • Chilometri : 16,40 Km 
  • Dislivello totale: 1600 m 
  • Dislivello positivo: 800 m
  • Dislivello negativo: 800 m
  • Altitudine massima: 2.715 m 
  • Altitudine minima: 2.135 m 
  • Tipo: percorso circolare 
  • Livello di difficoltà: media (per corridori di montagna) 
  • Punto di partenza: Parcheggio di fronte alla funivia (situato sulla sinistra dopo aver superato l'ingresso della funivia) 
  • Coordinate: 28.253840877821762, -16.62426330362431 
  • Posti attraversati: Las Cañadas, Montaña Guajara, 7 Cañadas.
  • Temperature: in inverno possono scendere sotto i 5ºC al punto di partenza (e anche sotto lo zero se è di notte). Nei giorni di sole avremo molta radiazione solare nelle ore centrali della giornata. 
  • Punti d'acqua: nessuno 

Attrezzatura

  • Calzature e abbigliamento adatti alla corsa in montagna.
  • Giacca cappello e guanti se fa freddo
  • 1,5 litri di acqua
  • Del cibo
  • Telefono cellulare


Descrizione del percorso

Percorso interessante per l'allenamento in quota, giacché ci muoviamo tra i 2100 e i 2700 m. Combina varie difficoltà: salita impegnativa, parti tecniche, corsa e altitudine.

Saliremo al "Balcón del Teide" (Alto de Guajara), che probabilmente è il luogo con le migliori visuali e panorami di gran parte del Parco Nazionale del Teide e della parte meridionale dell'isola. Sulla cima, a 2715 m, vedrete la grandezza del luogo e quanto possiamo essere piccoli come individui.

La prima parte attraversa la zona bassa di Las Cañadas del Teide, 5 chilometri in piano e su un ampio sentiero (ideale per allenarsi in quota e acclimatarsi prima di iniziare la salita). Da qui dovremo risalire un dislivello di circa 600 m. In cima godrete di una grande visuale e di un panorama a 360 gradi. Poi si scende l'altro pendio verso El Parador, lungo una discesa per lo più tecnica, al termine dalla quale rimangono 4 chilometri sul sentiero fino al punto di partenza.

 

Curiosità

La principessa guanche Guajara fa parte delle leggende di Tenerife. La leggenda narra che la principessa Guajara, dopo aver perso il suo amato Tinguaro nella battaglia di Aguere, andò in montagna e dopo aver vagato a lungo si gettò da una montagna. Questa montagna è oggi conosciuta come Alto de Guajara.

 

Descrizione del percorso

  • Km 0 Iniziamo il percorso partendo dal parcheggio che si trova in questo punto, seguendo il sentiero n. 16, lungo una pista sterrata. Alla nostra destra, la Montaña Majúa. Dietro di noi, la funivia del Teide. Seguite la strada sterrata, tenendo sempre la Montaña de Guajara all'orizzonte. Bisogna seguire la pista e le indicazioni del Sentiero nº 16 fino al chilometro 4,5. Questa pista è anche conosciuta come "Pista Sanatorio". Questi primi 5 chilometri vi aiuteranno ad acclimatarvi all'altitudine.
  • Km 4,9 Lasciamo la Pista de 7 Cañadas e prendiamo il "Sentiero nº 5" sulla destra, per salire alla Degollada de Guajara, attraverso la Cañada de La Mareta. Iniziate la salita verso l'Alto e assicuratevi di mantenere un buon ritmo, facendo un po' di jogging in alcune sezioni e camminando il resto.
  • Km 6,1 La salita finisce e arriviamo alla Degollada, all'incrocio di sentieri prendiamo il GR-131 sulla destra. Continuiamo per circa 400 m lungo una zona più o meno pianeggiante, ottima per recuperare e riprendere fiato per l'altro tratto in salita.
  • Km 6,5 Incrocio di sentieri, prendiamo il sentiero n. 15 che sale all'Alto de Guajara. Questa sarà l'ultima sezione in salita, ma quella con la maggiore altitudine, e probabilmente noterete che è più difficile fare progressi e le gambe sono più fiacche.
  • Km 8 Troviamo una svolta a destra e un cartello che indica "Alto Guajara (Sin salida)". Ci avviciniamo al punto più alto e torniamo lungo questo stesso sentiero.
  • Km 8,2 Alto de Guajara. Benvenuti al "Balcón del Teide", non abbiate fretta e contemplate il paesaggio. Non dimenticate di fare delle foto per condividerle e mostrare la bellezza dei dintorni.
  • Km 8,4 Si ritorna al precedente incrocio di sentieri, ora si prende il sentiero opposto, quello sulla destra, con le indicazioni "Parador por Degollada de Ucanca" (Sentiero n. 31) Da qui in poi troviamo una discesa tecnica fino ai 2130 m. Attenzione ad alcuni tratti, nei quali è meglio camminare per non cadere.

    In questa zona, se la percorrete a metà o alla fine della primavera, e con un po' di fortuna, potrete vedere una specie di piccolo arbusto con un fiore viola: è la Violetta del Teide (endemica della zona) Normalmente la zona sarà recintata per proteggerla.

  • Km 9,9 Arrivati a Degollada de Ucanca troviamo un incrocio. Prendete il sentiero sulla destra, con l'indicazione "Parador Sendero nº 31".
  • Km 11,2 La discesa finisce e arriviamo alla Pista de 7 Cañadas, dove continuiamo sul sentiero di fronte verso il Parador (Cañada Blanca).
  • Km 12 Parador Nacional, continuare nella stessa direzione, sempre con il Teide davanti a voi e il Parador sulla vostra destra, attraversare il parcheggio e seguire la strada per 100 m. Sulla destra vedrete dei cartelli e l'inizio di un sentiero. Prendere questo sentiero n. 19 con le indicazioni "Teleférico". I prossimi 4 chilometri saranno su un sentiero pianeggiante o leggermente in salita, senza incroci e senza possibilità di perdersi.
  • Km 16,1 Il sentiero finisce e vi trovate sulla Pista Sanatorio, quella fatta al principio, tenete la sinistra e raggiungete il punto di partenza.
  • Km 16,4 FINE.

Dintorni

L'Alto de Guajara o montagna Guajara, grazie ai suoi 2715 metri di altitudine, è la cima più alta di quelle che compongono l'anfiteatro naturale di Las Cañadas del Teide.

La Violeta del Teide (Viola cheiranthifolia) è una specie di arbusto appartenente alla famiglia delle violacee. È endemica dell'isola di Tenerife e cresce solo nel Parco Nazionale del Teide, tra i 2.500 e i 3.700 metri sul livello del mare (in particolare sugli altipiani di Guajara e sulle pendici del Teide). Fiorisce tra la metà e la fine della primavera. La violetta del Teide è la pianta che fiorisce alla quota più alta di tutta la Spagna e può essere vista anche nel cratere del Teide stesso.

Tajinaste del Teide. Nelle isole Canarie esiste una grande varietà di tajinaste, che appartengono al genere Echium, un arbusto senza rami con una forma simile a una lancia e che può raggiungere un'altezza di 3 m. Quello rosso è una specie endemica delle isole Canarie e si trova solo nel Parco Nazionale del Teide, per questo è conosciuto come tajinaste rosso del Teide. Fiorisce in primavera (da maggio in poi), quando si può ammirare il contrasto di colori tra i toni scuri della lava e il rosso del tajinaste in fiore.

Parador de Las Cañadas del Teide. Hotel situato nel parco nazionale, da dove si può godere delle magnifiche visuali offerte da questo particolare paesaggio, il vulcano, la caldera di Cahorra e la Montaña Blanca. Appartiene a "Paradores de Turismo", una catena alberghiera pubblica spagnola che gestisce numerosi hotel in tutta la Spagna. Gli stabilimenti sono situati in edifici emblematici o in siti eccezionali, selezionati per il loro interesse storico, artistico o culturale.

 

Raccomandazioni

  • Tenete presente che questa è una delle zone più fredde dell'isola.
  • Nell'Alto de Guajara ci possono essere forti venti che abbassano la sensazione termica.
  • La zona può essere innevata o ghiacciata

Come arrivarci?

  • Veicolo privato. A seconda di dove ci si trovi sull'isola, possiamo salire per varie strade
  • Trasporto pubblico (consultare perché possono esserci dei cambiamenti).
    • La linea 348 da Puerto de la Cruz (con una sola partenza al mattino presto) si ferma alla stazione di base della funivia. Il ritorno avviene verso le 16:00 dalla stazione di base della funivia, seguendo lo stesso percorso al contrario.
    • La linea 342 da Costa Adeje, a Playa de las Américas (con una sola partenza al mattino presto) a Las Cañadas del Teide, si ferma alla stazione di base della funivia. Il ritorno avviene verso le 15:30 dalla stazione di base della funivia, seguendo lo stesso percorso in direzione opposta.
Il tempo oggi
Massima: 25º
Minima: 18º
Orotava (La). Nuvolosità irregolare giovedì mattina. Dal pomeriggio, da poco nuvoloso a nuvoloso. Temperatura senza notevoli variazioni.